23.05.2018

Mercoledì al cubo (35): Come si legge un libro?

6-8 annimercoledì al cuboOrecchio acerbo

Come si legge un libro? Un titolo la cui risposta pare scontata, ma che in realtà non lo è affatto. E dunque, come si legge un libro? Apriamo la copertina ed incontriamo un bambino ed una bambina che si rivolgono al lettore e gli chiedono subito di girare il libro. Comincia così una lettura che di scontato non ha nulla, perché il lettore è continuamente chiamato a girare il libro, cambiargli il verso, scuoterlo forte e poi pian piano: c’è da farsi girare la testa! 

Ad una lettura più approfondita si scopre che nel libro sono nascoste cinque fiabe famose e che i due bambini sono in realtà due fratelli famosi, Hansel e Gretel. Il libro non è semplice e non è immediatamente comprensibile, soprattutto al lettore bambino a cui è rivolto; i personaggi cambiano posizione a seconda di come il lettore tiene in mano il libro, il mare si trova in alto e il cielo in basso, le fiabe di riferimento non sono così note, eppure riesce a trasmettere divertimento ed allegria e, dunque, ad invitare il lettore a proseguire con la lettura di altri libri.  


Sarà perché il lettore diventa il protagonista esterno della storia e a lui spetta un compito molto importante: riportare tutto alla normalità. L’immaginario che entra nel reale e che attraverso la voce di Hansel e Gretel comunica con il bambino (che sta al di fuori) fa diventare il libro magico, una sorta di porta che lo fa entrare in un altro mondo, che cattura il lettore perché lo fa sentire parte essenziale della storia. Questo è quello che ci ha trasmesso mentre facevamo leggere il libro ad un lettore attento e curioso: “Ma da che parte si deve girare il libro? I bambini stanno male perché l’ho girato troppo veloce?”. 
Il testo in stampatello maiuscolo e i diversi colori dei dialoghi per identificare i personaggi contribuiscono a creare una bella intimità con il bambino che ha appena iniziato a leggere e perciò vuole “fare da solo”, ma che ha ancora voglia di grandi formati e di illustrazioni potenti e piene di meraviglia.

Qui il precedente appuntamento del cubo. 
La versione di Apedario
La versione di Scaffalebasso

Come si legge un libro?
Daniel Fehr, Maurizio A.C. Quarello
Orecchio acerbo
2018